Dio è 2.0

Negli ultimi anni abbiamo assistito all’evoluzione del web, alla crescita incredibile di internet che piano piano ha cambiato e sta cambiando radicalmente il nostro modo di vivere. Parlavamo proprio qualche giorno fa di Facebook (vi aggiorno sulla situazione, ho trovato anche io amici di infanzia finalmente!) di come si stia diffondendo e delle enormi potenzialità! Facebook è 2.0, un sito dinamico che cambia con l’utente, è l’utente che decide cosa fare come farla, cosa vedere, c’è un’interazione, è vivo! Questo fenomeno è noto come “web 2.0” da un web statico ad uno dinamico insomma. In un certo senso siamo passati dal produttore al consumatore, siamo collegati direttamente al sito che è tutto ciò di cui abbiamo bisogno per esprimerci. Io penso che questo concetto sia assolutamente fondamentale nella vita di fede, una delle cose che non ho mai veramente apprezzato della chiesa cattolica è il concetto di intermediazione che il prete dovrebbe avere. Cioè io per esempio rubo una macchina, mi pento, a questo punto oltre a restituire la refurtiva, se credo, dovrei dire a Dio: “Guarda, scusami, ho sbagliato!” invece no!per la chiesa cattolica esiste la confessione, cioè vai dal parroco, ti confessi, e poi ci pensa lui: “ti assolvo”… scusa eh, ma io della tua assoluzione che ne faccio? Puoi darmi un consiglio, puoi pregare per me, ok perfetto, ma perché dovrei rivolgermi a te se voglio parlare con Dio? Dio ha tutta questa burocrazia? E perché?? é troppo impegnato? (nella Bibbia c’è scritto: “Egli non permetterà che il tuo piede vacilli, colui che ti protegge non sonnecchierà. Ecco, colui che protegge Israele non sonnecchia e non dorme. L’Eterno è colui che ti protegge, l’Eterno è la tua ombra, egli è alla tua destra” (Salmo 121:3-5)DIO NON HA COLPI DI SONNO o impegni che lo distolgano da te! )Vi dico una cosa, Dio non ha bisogno di “segretari”, di gente che si mette in mezzo. Dio è 2.0! Lui è tutto ciò di cui abbiamo bisogno per poterci esprimere, se io voglio parlare con Dio, sia nel bene che nel male, lo posso fare direttamente a 4 occhi! Se hai qualche lamentela da fare al Capo non troverai nessuno ufficio reclami nella tua parrocchia, ma se vuoi fargli qualche domanda…. Dio è sempre lì, disponibile, se lo cerchi con un cuore onesto. In 1 timoteo 2:5 c’è scritto: poiché v’è un solo Dio, ed anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù..” L’unico intermediario di cui abbiamo bisogno è Gesù, che poi guardacaso è sempre Dio, che è morto proprio per questo. In Israele c’era un ordine sacerdotale molto, molto ben definito, rigido e chiaro e quello era il mezzo tramite il quale il popolo poteva comunicare con Dio, anche se ci sono molti casi in cui Dio preferisce una relazione 1 a 1, ma Gesù ha annullato di fatto questo bisogno, basta vedere chi erano i suoi messaggeri: Pescatori, esattori, poveracci! Dio è vicino, più di quanto si possa dire guardando alla mastodontica struttura delle grandi chiese ma Dio non è in una denominazione o in una religione, no, non ne ha proprio bisogno! Dio è libero, Dio è vicino a te, prova a parlarci!

Annunci

l’era Facebook

Facebook secondo artefatti.it

Come sempre artefatti.it (vi invito a visitarlo) rende benissimo l’idea!

E’ un vero e proprio tormentone, travolgente più delle insopportabili LAS KETCHUP! Più di ogni battuta ripetuta all’eccesso di Zelig! Facebook è ufficialmente sbarcato anche in Italia dopo aver colonizzato il mondo! Una potenzialità incredibile, la possibilità di unire il passato col presente e di collegare sempre e comunque punti lontanissimi, di non far perdere i contatti in tutto il mondo e di condividere i momenti importanti della nostra vita con chiunque e ovunque! Un sito incredibile a cui viene anche riconosciuta sopratutto una qualità o un difetto, dipende dai punti di vista, sembra crei dipendenza… o come diciamo a Roma la gente “ce se chiude”! Troppa la curiosità di andare a cercare ex compagni di scuola, ex vicini di casa, ex fidanzati, ex colleghi, ex amici, ex equo… no l’ultimo non c’entrava niente! Troppa la voglia di vedere cos’è successo “poi”, cioè dopo la nostra uscita di scena dalla vita di una persona, la curiosità di vedere con chi si è fidanzato/sposato se si è laureto/diplomato il nostro compagno di banco così bruttino! se ha foto di noi, se si ricorda chi siamo…

Basti un dato per capire la portata del fenomeno, facebook, o comunque più in generale il social network di cui facebook è il principale esponente insieme a myspace, pare infatti essere il primo sito ad essere riuscito nell’impresa di sconfiggere il principale mattatore del web: IL PORNO! Secondo Bill Tancer,  il quale ha svolto una ricerca sulle parole ricercate online da 10 milioni di americani, la situazione sarebbe questa: “La mia teoria è che gli utenti più giovani spendono così tante ore sui siti di social networking che non hanno più tempo per cercare i siti per adulti” AHAHAHA! Fantastico, una “tattica” geniale del social network: visto che il porno è imbattibile incastriamo gli utenti facendogli perdere tempo (e qui ritorna “la chiusa” romana)!

Diciamo che gli antichi romani 2000 anni fa costruivano lunghe strade come via di comunicazione per mantenere in contatto un intero impero, oggi noi abbiamo facebook, ed affini per mantenere unito un territorio molto più vasto. Semplicemente fenomenale insomma, un mezzo anche divertente per poter ritrovare persone che purtroppo per varie ragioni abbiamo perso di vista, ma sopratutto dovrebbe essere uno spunto per aprirsi, per riuscire con vecchi amici, e non per chiudercisi e farsi i cavoli degli altri!

Io come milioni di persone uso facebook, come tutti cerco i miei “ex” online, solo che io, a differenza di tutto il mondo, sembra abbia frequentato per tutta la vita analfabeti digitali, NON TROVO MANCO UN COMPAGNO DI MEDIE O ELEMENTARI!!! E NOOOOOOOOOO! 😀

DvB