Questione di ruoli

Qual è il tuo attore preferito?

Mi piace molto Johnny Depp, ma anche Tom Hanks, Marlon Brando, ma anche Al Pacino, Robert De Niro… mi piacciono gli attori che si sanno trasformare ed adattare ad ogni ruolo! Forse è per questo che Tom Cruise o Stallone non mi piacciono molto… sia che stiano saltando con una ferrari sopra uno strapiombo alto centinaia di metri o che siano dei giovani e brillanti avvocati… sono sempre uguali!

Saper coltivare un ruolo non è cosa facile! Saperlo caratterizzare, creargli un contesto, una psicologia, una mimica, distingue un attore… da un grandissimo attore. La capacità di far vivere le emozioni, di riprodurre la vita “in laboratorio”, se mi passate la metafora, di creare sinteticamente un uomo è veramente un’arte rara. Saperlo fare fa la differenza.

Trovare il proprio ruolo è fondamentale, saperlo “calzare” lo è ancora di più… esempio: io non sarò mai un ballerino nella vita! 🙂 Però posso fare il grafico! Bisogna trovare la propria identità e plasmarla, creare il nostro ruolo, non sto parlando di creare maschere falsissime da indossare a seconda del luogo, no per carità, sto parlando di riuscire a capire cosa fare nella vita, anche con spirito di adattamento, da ruolo a ruolo… infondo abbiamo tutti molteplici ruoli, siamo figli, genitori, fratelli, lavoratori, sportivi, tifosi, autisti, amici ecc… l’importante è interpretare la vita con lo spirito giusto, in maniera magistrale.

Certo un padre non può essere come un datore di lavoro, e un amico non può essere trattato come un vicino di casa, ogni ruolo ha le sue caratteristiche, ma tutti devono avere un comune denominatore: la bravura. Dobbiamo essere bravi nei nostri ruoli, coerenti e saperli interpretare nel migliore dei modi, solo così ci potremo dire soddisfatti quando finirà il film… con buona pace degli spettatori!

Magari ci scappa pure l’oscar… :p

(manco vi sto a dire che il miglior regista per me è GESU’!)

davidissimo.wordpress.com

La vita non è un film!

Una canzone di qualche anno fa degli articolo 31 diceva: “la vita non è un film”. Considerazione tanto amara quanto vera! L’abbiamo provata un po’ tutti sulla nostra pelle… i buoni non vincono sempre, non esistono supe-eroi, e le belle ragazze non finiscono con quelli “belli dentro”. Siamo precari per contratto e anche il “sogno americano” sembra ormai vicino al tramonto. Eh già i sogni restano tali… ma abbiamo piccoli piaceri, piccole aspirazioni! Una delle mie è quella di rendere la mia vita un film!

Come? Con una videocamera! l’ho sempre sognata! Da piccolo letteralmente impazzivo all’idea di poter acquistare una videocamera, di quelle enormi a VHS, grandiose! Vedevo già film, storie fantastiche! I miei amici tutti coinvolti per la realizzazione di un colossal che nessuno mai si sarebbe potuto perdere… Quante idee! Ma la triste verità è che sono riuscito a raggiungere una banale videocamera usata a VHS solo quando avevo ormai 16 anni e l’avvento del digitale l’aveva resa obsoleta ancor prima di poterla usare la prima volta! Così i miei sogni, le mie aspirazioni “cinematografiche” sono state rimandate… fino ad oggi.

Infatti giusto oggi ho acquistato una videocamera digitale JVC! Che liberazione! 😀 Bellissima, piccola, maneggevole, leggera e di qualità… mmm, non vedo l’ora di usarla per qualcosa all’altezza del mezzo!!!

Una cosa è certa, film non ne farò mai, scoop nemmeno, ma nell’epoca di youtube qualcosa mi inventerò.

Intanto vi posto la prima chicca, un piccolo capolavoro (dato più dalla grandezza dell’attore che da quella del regista), per chi non frequenta me e i miei amici sarà di difficile interpretazione (anche se è una grande verità :p )… allora dedico questa chicca ai miei amici e a mio fratello che l’ha interpretata alla grande.

Signore e Signori,ecco la prima storica ripresa: