Tempo di bilanci – 2009

NIENTE CRISI!

L’anno scorso di questo periodo scrissi i miei “buon propositi” per il 2009, ora siamo arrivati quasi al capolinea, e penso che nessuno degli obiettivi prefissati possa essere raggiunto o mancato nei prossimi 4 giorni. Di conseguenza è tempo di bilanci! Vediamo un po’…

Ecco la lista con i commenti 🙂

1) Voglio viaggiarePRESA!

Questa l’ho presa… Palermo, Trapani, Messina, Napoli, Lecce, Salento in genere, Salerno, Firenze, Prato, Pistoia, Pescara, Torino, Marostica, Bassano del Grappa, Venezia, Lisbona. E zone limitrofe…

2) Imparare a suonare la chitarra

Sapevo 2 accordi, ho dimenticato anche quelli… FALLITA

3) Leggere più libriPRESA…

…in pieno! Forse l’anno più proficuo della mia vita da questo punto di vista! Era dai tempi delle elementari, con Topolino che non leggevo così tanto e regolarmente! Ho letto di tutto, dai romanzi ai libri più concettuali, passando per quelli biografici…  Buono, Buono.

4) Conoscere più persone possibilePRESA!

Conosciuto tantissime persone, molte delle quali hanno cambiato la mia vita. Più che persone ho scoperto dei veri e proprio amici.

5) VINCERE LA CHAMPIONS

mi sono (ci siamo) fermato agli ottavi contro l’arsenal ai rigori… FALLITA

6) Imparare a non dipendere dalle situazioni PRESA!

Riflettevo proprio questi giorni di quanto sono migliorato sotto questo punto di vista, dipendo ancora dalle situazioni… ma mi faccio coinvolgere molto meno, cercando di non essere troppo emotivo ma un po’ più lucido.

7) Conquistare il mondo

Non avete letto nulla sui giornali no…? allora temo… FALLITA

8 ) Essere importante per qualcuno

questo sì… ma non come la intendevo io, cioè era un QUALCUNO specifico, ed era un IMPORTANTE ben definito, non ho preso ne l’importanza ne il qualcuno, quindi… FALLITA.

9) Imparare ogni giorno qualcosa di nuovoPRESA!

Non ho tenuto il conto… ma ho imparato molte cose.

10) Ricordare tutti i compleanniPRESA!

Non mi sembra di aver fatto figuracce in tal senso. Grazie FACEBOOK!

11) Imparare l’inglese, bene!

MALE! Sono rimasto quasi dove stavo l’anno scorso, sarà colpa della Gelmini… RIMANDATO.

12) Fare un’esperienza di vita all’estero

Una settimana a Lisbona non credo sia valida come esperienza di vita all’estero… 🙂 FALLITA!

13) Capire di più gli altriPRESA!

Tranne un paio di casi… penso di aver capito più del solito le persone che conosco.

14) Vedere più cose possibilePRESA!

Questa rileggendola mi domando cosa intendessi… Immagini tanto per vedere probabilmente no, la tv l’ho vista pochissimo. Fotografie? Le mie moltissimo. Posti? Allora sì.

15) Non farmi chiudere il naso quando mi sdraioPRESA!

Incredibile! Questa l’ho presa! Non mi si attappa più!!! Un 2009 con tante ore di sonno deliziosamente trascorse respirando in serenità.

Su 15 obiettivi, più o meno seri, 6 sono stati sbagliati… ma effettivamente se togliamo conquistare il mondo e vincere la champions che erano chiaramente un gioco (sopratutto vincere la champions… vi immaginate la roma che la vince sul serio? ahahaha… ma per piacere!) sarebbe stato più facile conquistare il mondo!!

Ben 9 sono andati a segno, molti dei quali importanti, sopratutto caratterialmente. Che dire? La vita è un percorso e segnare delle tappe, degli obiettivi concreti, è importante per andare avanti e rendersi conto se stiamo andando nella direzione desiderata, e poi è divertente confrontarsi con se stessi! Grazie a Dio non mi posso lamentare del mio percorso, spero valga anche per voi… Dio vi benedica!

Annunci

Buoni propositi per l’anno nuovo

Si dice che la strada per l’inferno sia lastricata di buone intenzioni… 🙂 in tal senso spero non si avveri questa lista di cose mi piacerebbe fare per il prossimo anno, butto lì qualche idea… poi vediamo se strada facendo ne prendo qualcuna, iniziamo:

1) Voglio viaggiare – questa forse riesco a prenderla!

2) Imparare a suonare la chitarra – questa è più tosta, xkè parto in pompa magna, matur poi mi perdo per strada, il bilancio è di 2 accordi e poco più, per ora…

3) Leggere più libri – questo è un mistero, mi piace leggere, mi piacciono i libri eppure leggo pochissimo… ma com’è?

4) Conoscere più persone possibile – questa è potrebbe essere legata alla prima

5) VINCERE LA CHAMPIONS – 🙂

6) Imparare a non dipendere dalle situazioni – vabbè mi pare chiara…

7) Conquistare il mondo

8) Essere importante per qualcuno

9) Imparare ogni giorno qualcosa di nuovo

10) Ricordare tutti i compleanni – vi sembrerà assurdo, ma questa già l’ho mezza fallita… Doh!

11) Imparare l’inglese, bene!

12) Fare un’esperienza di vita all’estero – la vedo difficile

13) Capire di più gli altri – questa è fondamentale

14) Vedere più cose possibile

15) Non farmi chiudere il naso quando mi sdraio – ma che anomalia ho??

Poi non lo so… ne ho tanti di obiettivi più o meno seri, spero sia comunque un anno proficuo e bendetto da Dio, e spero che lo sia anche per tutti voi!

Dio vi benedica!

Il passo giusto

La vita è senza dubbio un percorso. Un Cammino che al di là delle proprie convinzioni, idee o fede ci porta sempre ad una “fine” ad un punto di arrivo che può essere quello che abbiamo sempre desiderato o semplicemente la prova del fatto che abbiamo sbagliato strada, come quando in auto ci si accorge svariati km dopo di essere andati nella direzione opposta… a me è capitato. Nella vita basta poco a variare tutto, a sbagliare strada o quantomeno a cambiarla di quel poco che basta per ritrovarci tra qualche anno a fare tutt’altro rispetto ad oggi. Sliding doors, oggi lascio scuola domani me ne pentirò. Arrivo in ritardo ad un appuntamento, conosco la donna della mia vita… Tutto è collegato ad un equilibrio instabile che trascende la nostra comprensione, tutti siamo collegati e le nostre vite sono un incastro perfetto (o imperfetto) di un mega puzzle che sembra non comporsi mai, inseguiamo tutti le stesse cose ma pochi riescono a raggiungerle, subiamo tutti gli stessi torti, dolori e cambiamenti ma molti di noi non si rialzano più. Abbiamo caratteri simili e opposte e reazioni, caratteri diversi e reazioni simili, siamo un mistero, forse il più grande di tutti, siamo incomprensibili ma banali, geniali ma stupidi, abbiamo tutto e non abbiamo niente. In un percorso così instabile, come un ponte tibetano, diventa fondamentale calcolare ogni passo, oscillazione, pericolo e folata di vento, perché TUTTO, anche quello che non dipende da noi, ci condizionerà. Nella mia vita ho sempre avuto grandi sogni, grandi aspirazioni… ma a cosa porta quel percorso? in poco più di un anno di lavoro ho capito una cosa: i soldi non possono essere il mio obiettivo, lo ammetto, ci ho provato, ci ho pensato, ma sono futili, ci sono oggi ma domani mattina quando mi alzerò le borse asiatiche potrebbero avere distrutto tutto… ho pensato allora che trovare la persona giusta, la donna della mia vita, fosse la cosa più importante, ci ho creduto veramente che così avrei risolto tutte le mie inquietudini, ci ho sperato… ma non è così, non è l’amore, il sesso o la speranza di una lunga storia d’amore a dare la pace… e così ad un certo punto sono rimasto solo io, davanti allo specchio a guardarmi e a capire che tutto ciò che su cui puntare e investire in questo percorso non può essere quello che la società mi propone… voglio fare i passi giusti, non voglio cadere, non voglio sbagliare tutto… ma come? C’è una qualcuno che può dirmi dove mettere i piedi senza andare giù?

“La tua parola è una lampada al mio piede e una luce sul mio cammino”  (Salmo 119:105)

Dio può.

Così domani lascio tutto, parto sul serio, vado via due mesi a cercare di capire qual’è il passo giusto a capire come non cadere giù da questo ponte tibetano che è la vita.