“Politica” estera

critichiamo tanto i nostri politici, siamo esterofili ma tutto il mondo è paese…

obamaween

Barak Obama con la moglie Michelle (travestita da catwoman)

obamaweenw

Robert Gibbs, addetto stampa del presidente(travestito da Dart Fener

ANCHE OBAMA VA CON I TRAVESTITI…

Di Halloween, ma pur sempre travestiti! 🙂

Le foto sono state scattate durante una cena alla casa bianca per i bambini provenienti da tutte le parti degli USA, un modo carino per celebrare l’americanissima ricorrenza, la cosa più scenica forse è stata la casa bianca di “arancio vestuta” (zucca style)  come allego nella foto sotto:

US-POLITICS-OBAMA-HALLOWEEN

VOTAMI SU OK NOTIZIE
oknotizie

Spot sull’aborto

Notizia di oggi, Obama vuole sbloccare i fondi pubblici per poter finanziare gli aborti. Certo, caso di politica interna americana quindi teoricamente lontano da noi, ma fatto sta che gli USA resteranno sempre uno standard, nel bene e nel male. Si sapeva che Obama fosse favorevole all’aborto, si sapeva… ma speravo, dopo la grande scelta di chiudere Guantanamo, che non facesse nulla a favore di questa pratica che considero barbara e avvilente… è pur vero che il neo presidente degli stati uniti, che tra l’altro mi piace moltissimo, ha dichiarato che l’aborto deve essere l’ultima possibilità e che bisogna lavorare sulla prevenzione, però questa scelta mi vede in disaccordo, sono contrario all’assassinio di vite inncocenti e l’arroganza di poter decidere chi deve vivere e chi no. A questo proposito sta spopolando il video che vi metto sotto, mi è piaciuto molto. Ve lo riassumo, si vede l’ecografia di un bimbo e le scritte “Questo bambino in futuro avrà un casa a pezzi, suo padre lo abbandonerà e sua madre da sola lo farà crescere con fatica, nonostante tutto resisterà e… diventerà il primo presidente afro-americano degli USA. VITA. Immagina il potenziale” insomma si tratta di Obama stesso, che se avesse subito, come logica abortista appoggerebbe, un aborto non sarebbe diventato uno degli uomini più importanti della storia moderna.

piove!

Mentre dall’altra parte del mondo viene eletto per la prima volta come “uomo più potente del mondo” un afroamericano, io mi trovo a combattere con il diluvio universale! La notte scorsa penso di aver assistito a una delle scene più horror legate alla pioggia della mia vita, rannicchiato nel mio lettuccio (non è proprio il letto ad essere piccolo quanto io ad essere ingombrante) vedevo in continuazione dalla finestra lampi di luce stile FLASH nikon che neanche fuori i locali romani negli anni ’60 durante la dolce vita, con successivi tuoni a raffica! Il rumore delle pecore, che vi raccontavo l’altro giorno, praticamente sparito, a tratti ho pensato si fossero sciolte sotto la pioggia! La cosa peggiore è che il tutto è avvenuto dopo una cena a base di brodo, carne e racconti raccapriccianti legati a persone colpite dai fulmini… mutilati, bruciati, squamati, abbrustoliti, al sangue… brrr…qui per il campo regnava la paura di diventare il prossimo protagonista di un racconto dell’orrore che poi andrà a confluire in qualche leggenda metropolitana! Il bello è stato constatare, una volta alzato dal letto (o zompato giù dal letto trattandosi di letto a castello), che guardando dalla finestra effettivamente le miti pecorelle… sono SPARITE!!! LE PECORE S’ERANO “LIQUESE””!