Iko – Look what you’ve done to me (traduzione)

Se siete appassionati di serie tv americane non vi sarete sicuramente fatti scappare “FlashFoward” uno degli ultimi serial evento della ABC basato su una premonizione di 6 mesi nel futuro contemporaneamente per tutta l’umanità… originale, avvincente e veramente ben fatto, con un cast interessantissimo. Ad ogni modo… come ogni serie tv americana che si rispetti la colonna sonora non può essere ignorata! E così vi propongo un pezzo degli “iko” tratto dal 4 episodio della serie (Black Swan – Cigno Nero) si intitola “Look what you’ve done to me” (Guarda cosa mi hai fatto) un pezzo molto lento e malinconico. Non a caso “Iko” significa “orfano” in giapponese antico (almeno così riporta il sito della band). Vi consiglio di visitare il loro “myspace” e di ascoltare le altre tracce proposte, sono più allegre! 🙂

Intanto… Signore e signori… Buon ascolto

Look what you’ve done to me:

Dopo il primo esperimento ritentiamo la traduzione del testo… ovviamente critiche e consigli sono ben accetti…

LOOK WHAT YOU’VE DONE TO ME

Oh LOOK WHAT YOU’VE DONE TO ME
I’m in pieces around your feet
And no, don’t take back what you said
Just learn to leave it where we left it there

That is why you look so
That is why you look so
That is why you look so mine tonight

She, She’s on an aeroplane
While i, i just learned how to stay
You can see it in her eyes
You can see it in her eyes she just came
And yeah it’s all very well
It’s all very well but is it love

That is why you look so
That is why you look so
That is why you look so mine tonight

Oh LOOK WHAT YOU’VE DONE TO ME

GUARDA COSA MI HAI FATTO

Oh guarda cosa mi hai fatto

io sono a pezzi ai tuoi piedi
e no, non riprenderti ciò che hai detto
impara solo a lasciare le cose come stavano 

Per questo sembri così
Per questo sembri così
Per questo sembri così mia stanotte

lei, lei è su un aeroplano
mentre io, io ho appena imparato a restare
Lo puoi vedere nei suoi occhi
Lo puoi vedere nei suoi occhi che è appena arrivata
E si, va tutto bene
Va tutto molto bene, ma è amore?

Oh guarda cosa mi hai fatto

VOTAMI SU OK NOTIZIE
oknotizie

Annunci

l’era Facebook

Facebook secondo artefatti.it

Come sempre artefatti.it (vi invito a visitarlo) rende benissimo l’idea!

E’ un vero e proprio tormentone, travolgente più delle insopportabili LAS KETCHUP! Più di ogni battuta ripetuta all’eccesso di Zelig! Facebook è ufficialmente sbarcato anche in Italia dopo aver colonizzato il mondo! Una potenzialità incredibile, la possibilità di unire il passato col presente e di collegare sempre e comunque punti lontanissimi, di non far perdere i contatti in tutto il mondo e di condividere i momenti importanti della nostra vita con chiunque e ovunque! Un sito incredibile a cui viene anche riconosciuta sopratutto una qualità o un difetto, dipende dai punti di vista, sembra crei dipendenza… o come diciamo a Roma la gente “ce se chiude”! Troppa la curiosità di andare a cercare ex compagni di scuola, ex vicini di casa, ex fidanzati, ex colleghi, ex amici, ex equo… no l’ultimo non c’entrava niente! Troppa la voglia di vedere cos’è successo “poi”, cioè dopo la nostra uscita di scena dalla vita di una persona, la curiosità di vedere con chi si è fidanzato/sposato se si è laureto/diplomato il nostro compagno di banco così bruttino! se ha foto di noi, se si ricorda chi siamo…

Basti un dato per capire la portata del fenomeno, facebook, o comunque più in generale il social network di cui facebook è il principale esponente insieme a myspace, pare infatti essere il primo sito ad essere riuscito nell’impresa di sconfiggere il principale mattatore del web: IL PORNO! Secondo Bill Tancer,  il quale ha svolto una ricerca sulle parole ricercate online da 10 milioni di americani, la situazione sarebbe questa: “La mia teoria è che gli utenti più giovani spendono così tante ore sui siti di social networking che non hanno più tempo per cercare i siti per adulti” AHAHAHA! Fantastico, una “tattica” geniale del social network: visto che il porno è imbattibile incastriamo gli utenti facendogli perdere tempo (e qui ritorna “la chiusa” romana)!

Diciamo che gli antichi romani 2000 anni fa costruivano lunghe strade come via di comunicazione per mantenere in contatto un intero impero, oggi noi abbiamo facebook, ed affini per mantenere unito un territorio molto più vasto. Semplicemente fenomenale insomma, un mezzo anche divertente per poter ritrovare persone che purtroppo per varie ragioni abbiamo perso di vista, ma sopratutto dovrebbe essere uno spunto per aprirsi, per riuscire con vecchi amici, e non per chiudercisi e farsi i cavoli degli altri!

Io come milioni di persone uso facebook, come tutti cerco i miei “ex” online, solo che io, a differenza di tutto il mondo, sembra abbia frequentato per tutta la vita analfabeti digitali, NON TROVO MANCO UN COMPAGNO DI MEDIE O ELEMENTARI!!! E NOOOOOOOOOO! 😀

DvB