L’insostenibile clima d’odio!

Se un alieno vedesse un telegiornale italiano questi giorni che cosa penserebbe? Probabilmente che l’Italia è ancora negli anni di piombo. Strano, perché a me non sembrava!

Domenica scorsa sono rientrato a casa giusto in tempo per il calcio d’inizio di Sampdoria – Roma, dopo 45 minuti di emozioni calcistiche decido di controllare la casella di posta elettronica e come al solito faccio una capatina su corriere.it e repubblica.it… CHOC. Un’enorme foto di Silvio Berlusconi sanguinante mi dà il benvenuto sulle pagine dei giornali online. La foto, vedrò più tardi, è su tutti i siti di news del mondo. BERLUSCONI COLPITO. Per una frazione di secondo temo che qualcuno sia salito sul palco e l’abbia aggredito, per qualche minuto sento Berlusconi come fosse veramente il mio presidente. Poi vado avanti con la lettura… si tratta “solo” del gesto di un folle. Un caso isolato. Sospiro di sollievo, continuo la lettura delle notizie. Vedo le foto di un uomo di 70 anni colpito brutalmente e in maniera vigliacca, ha gli occhi spaventati, evidentemente sotto choc. Provo pena per quell’uomo, nel senso buono della parola… solidarietà e dispiacere profondo. L’idea che un capo di stato, per quanto criticabile e insopportabile, possa essere colpito con quella facilità mi ha scosso veramente. Il capo del mio stato, non di uno stato qualsiasi! Com’è possibile che possa essere stato colpito così facilmente? Cos’è successo? Non avevo mai visto in vita mia una situazione simile. La serata passa, Berlusconi nonostante la grande botta e il grande spavento sta abbastanza bene.

Per una serata Berlusconi è stato anche il mio presidente… basta il sorgere del sole per ricordarmi perché, però, Berlusconi non possa essere MAI veramente il MIO presidente. Iniziano infatti subito le speculazioni sul gesto di un folle, parte la caccia alle streghe, si parla di un presunto “clima d’odio”, “spirale d’odio”, “clima teso”, “gesto inevitabile”, come se l’Italia fosse negli anni 70′. Chiunque prova anche solo per mezzo secondo a criticare il cavaliere, che una ferita in faccia non ha trasformato in un santo, viene accusato di essere il “mandante morale” del colpo al premier, i telegiornali si trasformano improvvisamente in un inno all’integrità del primo ministro. Le trasmissioni di approfondimento si riempiono di “politici” urlanti che accusano gli avversari di seminare odio, loro… Irene Pivetti portava ieri sera alla “vita in diretta” come prova “schiacciante” dell’insostenibile clima nel paese il fatto che nelle trasmissione non si sia riuscito a dialogare senza scendere in discussioni, allora X-factor cos’è? Una fabbrica di odio? I programmi della de filippi? Un manifesto nazista? Reazioni sconcertanti colpiscono a caso chiunque non ami Berlusconi. E chi ha la trave nell’occhio pretende di guardare la pagliuzza in giro…

Maroni. “Berlusconi poteva essere ucciso” intendendo non dalla statuetta, ma che la situazione era potenzialmente pericolosa. Verissimo. Ma è colpa di Di Pietro se Berlusconi passeggia per la folla? Tra l’altro il giro sul “predellino” era stato abbondantemente annunciato… Berlusconi rischia la vita ogni volta che gira per strada, non perché c’è odio, ma perché è normale in questo folle mondo… se no la scorta che ce l’avete a fare? Per farvi compagnia? Faccio presente che ad un discorso di Obama alcuni simpatici patrioti americani si sono presentati con dei fucili. Un capo di stato, potenzialmente, rischierà sempre la vita, ragione per cui va costantemente protetto. Tra l’altro che Maroni, degno esponente della LEGA nord, si pronunci contro la violenza mi fa proprio ridere… ma non era Bossi che parlava di fucili alzati? Del popolo che si ribella?

Alfano.” Quando il ceto politico fa passare l’idea che si tratti dello scontro della lotta del bene contro il male fa correre un grave rischio non solo alle istituzioni, ma anche a chi fisicamente rappresenta le istituzioni” Avete presente Berlusconi cosa aveva detto a dei contestatori dal palco domenica, gridando come un folle? : “Noi non faremmo mai una cosa del genere, voi volete trasformare l’Italia in una piazza urlante che insulta e condanna. Vergogna, vergogna, vergogna”. Quindi un capo di stato dal palco attacca un gruppo di cittadini che lo contestano aizzando contro di loro la folla, no no… un bel gesto distensivo in effetti. Ma poi non era sempre lui che settimana scorsa disse: “C’è una sinistra che ha attaccato il presidente del Consiglio su tutti i fronti inventandosi calunnie. Chi crede in me è ancora più convinto. Tutti si dicono: ‘Dove si trova uno forte e duro, con le palle come Silvio Berlusconi?'”. Tra l’altro magari ci fosse una sinistra come la vede lui! Seguivano poi attacchi alla magistratura, alle toghe rosse ecc… e non era sempre lui, e non vado nemmeno troppo indietro nel tempo come vedete, che disse la sera della bocciatura del lodo alfano a rosy bindi che era “più bella che intelligente”?  E oggi non ci sono stati attacchi diretti e giornali e a persone colpevoli di essere i “mandanti morali” di Tartaglia?Non ha scritto Berlusconi sul sito del PDL poco fa: “Ripeto a tutti di stare sereni e sicuri. L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio” lasciando quasi intendere che dietro il gesto di un FOLLE ci sia chissà quale disegno… Chi esaspera il clima allora? Chi racconta la verità? o chi attacca indistintamente?

Sempre oggi si parla di oscurare Facebook, di controllare le piazza, di rendere le manifestazioni più complicate… ah ecco, allora qual’è il problema: non vi è andato giù il “No B-day” e non volete mai più una manifestazione popolare che SOTTOLINEI senza odio e senza e violenza, che il VOSTRO presidente del consiglio è un politico incapace, un uomo immorale e un cittadino quanto meno sospetto…

Solidarietà umana a Berlusconi per quello che è successo e che spero non capiti mai più. Ma speculare sopra una pagina così nera della politica italiana è veramente la cosa più squallida che si potesse fare in questi giorni! VERGOGNA! VERGOGNA! VERGOGNA!

Qui le immagini dei PERICOLOSISSIMI manifestanti di domenica contro berlusconi…  http://www.youreporter.it/video_Contestazione_senza_precedenti_per_Berlusconi_a_Milano_1

AGGIORNAMENTO 16 dicembre 2009: Un esempio di clima politico costruttivo secondo Berlusconi dalla sua scesa in politica: http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2401619&yy=2009&mm=12&dd=16&title=coglioni_kapo_e_mentecatti_lam

VOTAMI SU OK NOTIZIE
oknotizie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...